Pubblicato da: Insieme per un Futuro | 29/06/2010

Riflessione per oggi!

Come trarre un tesoro dalle difficoltà!

Un’ostrica sul fondo marino spalancò la conchiglia per lasciare
entrare l’acqua e ingerire così ogni elemento commestibile che vi
fluttuava. Improvvisamente un pesce scosse una collinetta di sabbia
con un colpo di pinna. Sabbia! Oh, come la odiava! Era così ruvida e
fastidiosa! L’ostrica si richiuse velocemente, ma era troppo tardi. Un
duro granello di sabbia era già entrato e si era sistemato tra il mollusco
e le valve.
Che seccatura! Quasi immediatamente però le ghiandole apposite
che Dio le aveva dato per rivestire l’interno della conchiglia si
misero al lavoro per ricoprire quel fastidioso granello con un rivestimento
liscio e splendente. Con il passare degli anni l’ostrica vi
aggiunse sempre più strati fino a produrre una bellissima perla lucente
di grande valore.
A volte i nostri problemi sono un po’ come quel granello di
sabbia. Ci danno fastidio e ci chiediamo perché dobbiamo avere una
tale molestia. Ma poi la grazia di Dio si mette all’opera e, se glielo
permettiamo, fa dei nostri problemi e delle nostre debolezze un’assoluta
meraviglia! Diventiamo più umili e più sottomessi, preghiamo più
ardentemente, siamo più vicini al Signore, più saggi e riusciamo
meglio a far fronte ai problemi. Le difficoltà sono come benedizioni
nascoste. Il Signore prende i ruvidi granelli di sabbia della nostra vita
e li trasforma in perle preziose di forza interiore, che rappresentano
inoltre una speranza e un’ispirazione per molti altri.
Con ogni vittoria, il Signore ci rende più forti. E’ come una
vaccinazione. Dio ci dà piccole dosi della malattia per farci sviluppare
una difesa contro di essa. Se non riceviamo le piccole dosi, non
potremmo far fronte alle grandi dosi.
Nel Medioevo, quando gli omicidi per avvelenamento erano
comuni, i re e altri uomini importanti prendevano ogni giorno una dose
di veleno. Cominciavano con dosi minime, solo qualche granello, e
continuavano a prenderne un po’ ogni giorno fino a sviluppare
un’immunità. Se poi qualcuno dava loro una grande dose, non sarebbe
stata fatale.
Il Signore fa lo stesso. Ci dà un po’ di più ogni giorno per
metterci alla prova, per sviluppare la nostra forza interiore e la nostra
capacità di resistere alle prove. Ci immunizza con un po’ di sacrifici,
di prove, di guai e di battaglie ogni giorno.
Cerca di renderci più forti giorno per giorno, in grado di dare un
po’ di più, di sacrificare un po’ di più, di lottare un po’ di più e di
crescere un po’ di più. (David Fontaine)
Il dolore è inteso per darci forza e per darci modo di infondere
forza negli altri. (David Fontaine)
“[Dio] ci consola in ogni nostra tribolazione perché possiamo
anche noi consolare quelli che si trovano in qualsiasi genere di
afflizione con la consolazione con cui siamo consolati noi stessi da
Dio. Infatti, come abbondano le sofferenze di Cristo in noi, così, per
mezzo di Cristo, abbonda anche la nostra consolazione” (2 Cor. 1,4.5).


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: