Pubblicato da: Insieme per un Futuro | 21/12/2010

Sei la moglie di Dio?

Verso la fine di dicembre a New York fa freddo, ma in quell’anno degli inizi del secolo scorso sembrava che l’inverno fosse particolarmente rigido. Un bambino sui dieci anni, scalzo e tremante di freddo, fissava intensamente la vetrina di un negozio di scarpe.
“Che cosa guardi con tanta insistenza?” gli chiese una donna, avvicinandosi. Non aveva smesso di guardarlo dal momento in cui, svoltato l’angolo, lo aveva notato.
“Stavo chiedendo a Dio di darmi un paio di scarpe”, fu la risposta del piccolo.
Allora la signora lo prese per mano, lo condusse nel negozio e chiese al commesso di portare al bambino una mezza dozzina di paia di calze, poi gli chiese di portarle un catino con acqua calda ed un asciugamano.
Al commesso non era mai stata posta una simile richiesta, ma pochi minuti dopo ritornò con quel che la donna gli aveva chiesto.
Lei allora andò nel retro del negozio, lavò ed asciugò i piedi del bambino e gli fece indossare le calze.
Poi acquistò un paio di scarpe; aiutò il commesso ad incartare le altre calze, porse il pacchetto al bambino e sorridendo gli carezzò la testa.
“Ora starai più caldo”, fu tutto ciò che gli disse.
Mentre stava per uscire, il bambino stupefatto le prese la mano, la guardò e le chiese, con il volto rigato dalle lacrime:
“Sei la moglie di Dio?”


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: